Integrazione Sociale – Disabili

Tutte le informazioni utili riguardo l'Integrazione Sociale dei Disabili

Trasporto sociale

Il Comune organizza un servizio di trasporto da ente incaricato, sia per il raggiungimento dei centri di terapia convenzionati con l’ASST (come Neuropsichiatria Infantile…) che delle strutture per persone diversamente abili della provincia come Centri socio-educativi, Centri Diurni per Disabili, Servizi di Formazione all’Autonomia.
Il servizio attualmente è gratuito.

La richiesta per usufruire del servizio va inoltrata all’Ufficio Integrazione Sociali – Disabili , previo colloquio con l’Assistente Sociale referente compilando il modulo di richiesta scaricabile nella relativa sezione.

 

Inserimento presso le strutture

 Nell’ambito di un progetto individualizzato di sostegno delle persone diversamente abili, qualora si ritenga opportuno l’ inserimento della persona in una struttura diurna o residenziale della provincia e non, l’Assistente Sociale segnala la situazione all’équipe multidisciplinare dell’Unità di Valutazione Handicap dell’Azienda Sanitaria Locale, con la quale si avvia un progetto condiviso di ricerca della soluzione maggiormente idonea.
Si formalizza successivamente inoltre la richiesta presso la struttura individuata.
La richiesta per usufruire del servizio va inoltrata all’Ufficio Integrazione Sociale – Disabili, previo colloquio con l’Assistente Sociale referente compilando il modulo di richiesta scaricabile nella relativa sezione.
Per la frequentazione dei servizi diurni viene chiesta una quota fissa per ogni giorno di apertura del centro frequentato, quale compartecipazione alla spesa sostenuta da parte dell’amministrazione per il pagamento della retta socio-assistenziale della struttura.

Per le strutture residenziali viene chiesta una quota mensile pari  alla somma dei redditi personali del ricovero, detratta una piccola somma per le spese personali, quale compartecipazione alla spesa sostenuta da parte dell’amministrazione per il pagamento della retta socio-assistenziale della struttura.

A partire dall’anno 2007 il Comune di Codogno ha aderito al Consorzio Lodigiano per i Servizi alla Persona, che coordina i rapporti istituzionali con le strutture del territorio e formalizza il convenzionamento con le strutture stesse al fine di ottimizzare i costi per i Comuni aderenti. Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito www.consorziolodigiano.it

 

Progetti personalizzati

 Sono stati avviati tra il 2000 e il 2001, 2 progetti personalizzati finanziati dalla legge 162 del 1998 per il sostegno a persone in condizione di disabilità grave, che successivamente e fino al 2005, l’Amministrazione ha sostenuto con oneri completamente a suo carico, con la finalità di offrire momenti di socializzazione ai ragazzi e piccoli spazi di sollievo alle famiglie.

A partire dall’anno 2006, come previsto dalla normativa, i finanziamenti di riferimento sono confluiti nel Fondo provinciale gestito dai comuni mediante l’attuazione di interventi programmati nel Piano di Zona pubblicato sul sito http://www.ufficiodipiano.lodi.it/

 

Contributi per acquisto strumenti per disabili

Contributi da parte dell’ASL della Provincia di Lodi, nella misura del 20% delle spese sostenute, per la modifica degli strumenti di guida a favore dei titolari di patenti speciali di categoria A,B,C con incapacità motorie permanenti.
Contributi alle famiglie di persone con disabilità o al singolo soggetto disabile per l’acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati ex l.r. 23/99 tramite assegnazione ed erogazione alle ASL delle risorse regionali.
I moduli per la richiesta di contributo sono disponibili presso la Segreteria del Dipartimento ASSI di Lodi e presso le sedi dei distretti.
Ulteriori informazioni: www.asl.lodi.it

 

Progetto ADS – Amministratore di Sostegno

Il progetto “Ads del Lodigiano – L’amministratore di sostegno per le figure deboli del territorio” organizza a Codogno, il percorso formativo “Diventare Amministratore di Sostegno: una sfida alla portata di tutti”.
Il corso è organizzato con la collaborazione del Comune di Codogno, Assessorato alle Politiche Sociali con il quale è stato recentemente sottoscritto un Protocollo d’Intesa per la diffusione della cultura della protezione giuridica verso le persone fragili.
E’ rivolto a cittadini e volontari sensibili ad un impegno futuro. Il corso intende promuovere la figura dell’Ads, aumentare il numero di potenziali candidati al ruolo di Ads.
La partecipazione è gratuita.
Si articola in tre incontri il 15, 22 e 29 febbraio dalle ore 21.00 alle ore 23 presso il Palazzo Soave di Codogno. Scadenza iscrizioni il 13 febbraio


Responsabile: Dott.ssa Marcella Anna Incerti

Collaboratrice socio-amministrativa: I.P. Erminia Ceruti

Pagina aggiornata il 14/04/2023

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Salta al contenuto principale